Accademia Italiana di Scienze Forestali

Italian Academy of Forest Sciences

Urso T., Piva P., Crivellaro A. – Legni africani chiari commercializzati in Italia: denominazioni commerciali e identificazione della specie legnosa

doi 10.4129/2cis-tu-leg

Citazione/Citation
Urso T., Piva P., Crivellaro A., 2015 – Legni africani chiari commercializzati in Italia: denominazioni commerciali e identificazione della specie legnosa. In: Atti del II Congresso Internazionale di Selvicoltura. Progettare il futuro per il settore forestale, Firenze, 26-29 novembre 2014. Firenze: Accademia Italiana di Scienze Forestali. Vol. 2, p. 1127-1135. ISBN 978-88-87553-21-5. http://dx.doi.org/10.4129/2cis-tu-leg

Titolo: Legni africani chiari commercializzati in Italia: denominazioni commerciali e identificazione della specie legnosa
Title: African whitish woods commercialized in Italy: commercial names and wood identification

Riassunto: I legnami di provenienza tropicale rivestono una notevole importanza commerciale nel mercato del legno in Italia. I legni delle specie legnose dell’africa sub-sahariana sono, tra i legni tropicali, i più rappresentati. Molti di questi legni hanno un aspetto tra loro simile, categorizzabile in gruppi cromaticamente uniformi, uno di questi caratterizzato da un colore di base bianco-giallastro. L’identificazione della specie all’interno di ogni gruppo è spesso difficile da attuare, soprattutto a livello operativo, come richiesto dagli operatori commerciali di legnami. La corretta identificazione della specie legnosa è importante a livello commerciale per soddisfare specifiche richieste dei committenti che scelgono un legno per sfruttarne al meglio le sue caratteristiche e proprietà. Inoltre, l’identificazione macroscopica del legno ha assunto recentemente una forte importanza anche nel contrasto del commercio illegale dei legnami. Tuttavia, la corretta assegnazione di un nome ai legni esotici è spesso molto condizionata dall’affidamento di diversi nomi locali e commerciali alla stessa specie legnosa. La normativa tecnica riguardante la nomenclatura dei legnami fornisce una base di riferimento per la corretta denominazione dei legnami tropicali commercializzati in Italia e consente di affidare in maniera univoca le specie legnose. Sommando la difficoltà nella distinzione speditiva dei legni di aspetto simile con la varietà di nomi commerciali che sono assegnati a una singola specie, ci siamo chiesti quale sia la reale corrispondenza tra nome commerciale e specie legnosa nei legni africani chiari commercializzati in Italia. Per raggiungere quest’obiettivo è stata condotta un’indagine commerciale su un campione di 250 aziende di commercio e lavorazione di legnami tropicali e tranciati operanti sul territorio nazionale. A ogni azienda sono stati richiesti dei campioni di legni africani chiari con l’indicazione del nome comunemente applicato nel commercio di quel legno. L’identificazione anatomica della specie legnosa è stata considerata il metodo di riferimento per l’identificazione dei legni. Su un totale di 73 campioni di legni analizzati, 12 (corrispondenti al 16%) non sono risultati denominati in modo corretto, mentre su 59 campioni di tranciato esaminati 3 (5%) sono risultati sicuramente appartenenti ad una specie legnosa non corrispondente. La nostra indagine ha evidenziato che le specie che vengono più spesso confuse tra loro sono il longhi (Gambeya africana, Sapotaceae) e l’aniegrè (Aningeria altissima, Sapotaceae), limba (Terminalia superba) e il framirè (Termianlia ivorensis). Si è notato in particolare che le denominazioni assegnate dalle aziende che importano i legnami affidano i nomi commerciali con maggiore accuratezza rispetto alle aziende di lavorazione del legno, probabilmente perché hanno relazioni dirette con i siti di approvvigionamento e con il mercato internazionale del legno.

Summary: Tropical timbers are of considerable commercial importance in the timber market in Italy. In the total amount of exotic timbers, the woods from Sub-Saharan Africa are the most represented within the Italian market. Many of these woods have a similar appearance, which made it difficult to tell them apart. Chromatic categorization of the timber is very common, and one of the most numerous groups has a base color yellowish to white. The identification of the species within each group is often difficult to implement, especially at the trade level by technical operators. The correct identification of the species
is important in commercial terms to meet specific requirements of the clients who choose a timber for the optimization of its characteristics and properties. Recently, macroscopic wood identifycation became of considerable importance in contrasting illegal timer trade too. The nomenclature of exotic woods commonly applied in trade, is often very various mainly in relation to geographical provenience (local names). The technical rules concerning the nomenclature of the wood provides a basis for the correct naming of the tropical timbers. Summing up the difficulty in distinguishing woods of similar appearance with the variety of trade names that are assigned to a single species, we wondered what’s the real correspondence between trade name and woody species from Africa with a yellowish color marketed in Italy. To solve this doubt, a survey was conducted on a sample of 250 tropical timber and veneer trading and processing companies in the country. Each company has been requested to provide samples of African wood with a clear indication of the name commonly used in the market. The samples examined could have two origins: either from a commercial stock clearly identified, or processing wood waste, identifying then by improvised by the technical support. The anatomical wood identifycation has been considered the reference method for the identification of the woods. Out of a total of 73 samples of wood analysed, 12 (corresponding to 16%) were not named correctly, while on 59 samples of sliced examined 3 (5%) were definitely belonging to a species of wood that does not match. The species that are most often confused with each other are longhi (Gambeya africana, Sapotaceae) and aniegrè (Aningeria altissima, Sapotaceae), and limba (Terminalia superba) and framirè (Termianlia ivorensis). It was noted in particular that the names assigned by companies that import timber trade names rely more accurately than woodworking companies, probably because they have direct relationships with procurement sites and with the international timber market.

Parole chiave: legnami commerciali, nomenclatura dei legni esotici, identificazione del legno.
Keywords: commercial timbers, nomenclature of exotic woods, wood identification.

Download PDF file