Accademia Italiana di Scienze Forestali

Italian Academy of Forest Sciences

Agrimi M. – Inventari forestali per la gestione delle aree boscate nei parchi storici

doi 10.4129/2cis-ma-inv

Citazione/Citation
Agrimi M., 2015 – Inventari forestali per la gestione delle aree boscate nei parchi storici. In: Atti del II Congresso Internazionale di Selvicoltura. Progettare il futuro per il settore forestale, Firenze, 26-29 novembre 2014. Firenze: Accademia Italiana di Scienze Forestali. Vol. 1, p. 573-578. ISBN 978-88-87553-21-5. http://dx.doi.org/10.4129/2cis-ma-inv

Titolo: Inventari forestali per la gestione delle aree boscate nei parchi storici
Title: Forest inventories for management of woodlands in historical parks

Riassunto: Parchi e giardini storici caratterizzano il paesaggio culturale in Italia. La loro origine è legata a un progetto in cui elementi naturali e architettonici sono interconnessi e interagiscono. Nel tempo, questo rapporto è andato modificandosi per effetto del cambiamento nei gusti dei diversi proprietari che si sono avvicendati ma, soprattutto, per le trasformazioni indotte dall’evoluzione naturale delle componenti vegetali, arboree e forestali. La salvaguardia dei valori architettonici e paesaggistici dei compendi monumentali è un compito molto complesso. La tutela e la conservazione di questo patrimonio culturale emergono come un ampio e articolato settore scientifico che richiede di includere la ricerca in selvicoltura urbana, con particolare riguardo alla gestione di frammenti di ecosistemi forestali. Le attuali modalità di catalogazione di parchi e giardini storici, previste in adempimento alle disposizioni del Codice dei beni culturali, appaiono evidentemente finalizzate alla rappresentazione statica degli elementi compositivi architettonici nel loro insieme, comprese le specie botaniche. Analisi quantitative e qualitative di carattere dendrometrico e strutturale, volte a comprendere le dinamiche evolutive dei popolamenti, rappresentano appropriati strumenti interpretativi indispensabili per la gestione selvicolturale delle aree boscate nelle ville storiche. Tale approccio è necessario per migliorare l’efficienza bio-ecologica e per preservare al contempo le funzioni culturali e sociali svolte dalle componenti vegetali nell’ambito del compendio.

Summary: Historical parks and gardens characterise many cultural landscapes in Italy. Their origine arises from the interplay of natural landscape with architectural elements. Vegetation has been modified over time following the changes in taste of different owners of villas. Also in an ecosystemic perspective, historical parks are continuously changing as a consequence of tree growth and woodland evolution. Safeguarding both architectural and landscape values related to the vegetation of historic parks is a complex task. Protection and conservation of such cultural assets is emerging as autonomous field of scientific research related to urban forestry. Management of small forest areas requires specific attention. The current procedures of cataloguing the vegetation in historical parks and gardens give importance only to the botanic interest and the ornamental function of species. The application of forest mensuration tools and methods would allow to analyse quantitative and qualitative attributes of stands to support decision making process. The systemic silviculture approach should be adopted for managing historical woodlands considered as complex adaptive systems in the aim to maintain their role in the landscape of the monumental complex and, at the same time, to preserve their bio-ecological efficiency.

Parole chiave: conservazione del paesaggio, selvicoltura urbana, parchi storici.
Keywords: landscape conservation, urban forestry, historical parks.

Download PDF file