Accademia Italiana di Scienze Forestali

Italian Academy of Forest Sciences

Spanu I., Vettori C., Giannini R., Paffetti D. – Struttura genetica spaziale di una popolazione relitta di Taxus baccata L.

doi.org/10.4129/2cis-is-str

Citazione/Citation
Spanu I., Vettori C., Giannini R., Paffetti D., 2015 – Struttura genetica spaziale di una popolazione relitta di Taxus baccata L. In: Atti del II Congresso Internazionale di Selvicoltura. Progettare il futuro per il settore forestale, Firenze, 26-29 novembre 2014. Firenze: Accademia Italiana di Scienze Forestali. Vol. 1, p. 60-64. ISBN 978-88-87553-21-5. http://dx.doi.org/10.4129/2cis-is-str

Titolo: Struttura genetica spaziale di una popolazione relitta di Taxus baccata L.
Title:  Spatial genetic structure of Taxus baccata L. relict population

Riassunto: Il Taxus baccata L. attualmente mostra un’areale naturale di vegetazione molto ampio, che dal Nord Africa si spinge fino all’Europa centrale, ma localmente la sua distribuzione, nel corso degli ultimi secoli, si è ridotta a piccole popolazioni isolate, spesso costituite da pochi alberi sparsi. Probabilmente le cause di questa situazione sono imputabili ai cambiamenti climatici e/o a disturbi antropici, quali l’eccessivo sfruttamento e gli incendi. Per tali motivi, il tasso è stato incluso in diverse azioni di conservazione ed i boschi che lo ospitano sono stati designati come zone di protezione da parte dell’Unione Europea (Direttiva Habitat 92/43/CEE). Nella parte centro-settentrionale della Sardegna il tasso è presente frequentemente con singole piante o riunito a formare piccoli gruppi sparsi in boschi di querce, ma non mancano casi (es. in località Sos Niberos, nelle montagne del Marghine) in cui lo troviamo formare soprassuoli puri, caratterizzati da vecchi e maestosi alberi. In questo lavoro è stata studiata la struttura genetica della popolazione relitta di Taxus baccata L. presente sul Monte Gennargentu (Punta Su Sciùsciu) all’interno del Parco Nazionale del Gennargentu e del Golfo di Orosei (NU), utilizzando marcatori molecolari. E’ stato evidenziato che la popolazione presenta bassi tassi di variabilità genetica e alti livelli di consanguineità facendo supporre che l’isolamento e la frammentazione stiano determinando fenomeni di deriva genetica.

Summary: The English yew, Taxus baccata L. currently shows a distribution from North Africa to Europe. While its range of distribution is wide, the English yew, locally, over the last few centuries, has been reduced in small isolated populations, often comprising few scattered trees, probably due to climate change and/or anthropogenic disturbances such as overexploitation and forest fires. Therefore, it was included in several conservation actions and forests hosting English yew have been designated as protected areas by the European Community (Habitat Directive 92/43/EEC). In the Central and Northern part of Sardinia, English yew trees are scattered in the woods of oak forests. Sometimes, for example in Sos Niberos, in the Marghine mountains, we find the English yew in quite pure stands, characterized by majestic old trees. In this work, we studied the genetic structure of relict population of Taxus baccata L. on Monte Gennargentu in the Gennargentu and the Gulf of Orosei National Park, using molecular markers.  The population has low genetic variability rates and the progenies analyses highlighted high levels of inbreeding thus suggesting that the isolation and fragmentation of the population are leading to genetic drift.

Parole chiave: variabilità genetica, spazializzazione della struttura genetica, Taxus baccata L.
Keywords: genetic variability, spatial genetic structure, relict population, Taxus baccata L.

Download PDF file