Accademia Italiana di Scienze Forestali

Italian Academy of Forest Sciences

Bottalico F., Bottacci A., Galipò G., Nocentini S., Torrini L., Travaglini D., Ciancio O. – Formazione dei gap causati dal vento in soprassuoli coetanei di abete bianco (Abies alba Mill.). Un caso di studio nella montagna appenninica (Italia centrale)

doi 10.4129/2cis-fb-for

Citazione/Citation
Bottalico F., Bottacci A., Galipò G., Nocentini S., Torrini L., Travaglini D., Ciancio O., 2015 – Formazione dei gap causati dal vento in soprassuoli coetanei di abete bianco (Abies alba Mill.). Un caso di studio nella montagna appenninica (Italia centrale). In: Atti del II Congresso Internazionale di Selvicoltura. Progettare il futuro per il settore forestale, Firenze, 26-29 novembre 2014. Firenze: Accademia Italiana di Scienze Forestali. Vol. 1, p. 257-262. ISBN 978-88-87553-21-5. http://dx.doi.org/10.4129/2cis-fb-for

Titolo: Formazione dei gap causati dal vento in soprassuoli coetanei di abete bianco (Abies alba Mill.). Un caso di studio nella montagna appenninica (Italia centrale)
Title: Naturally-induced gap formation in even-aged silver fir (Abies alba Mill.) stands. A case study in the Apennine mountains (central Italy)

Riassunto: In questo studio sono state esaminate le modalità di formazione dei gap causati dal vento in abetine coetanee di origine artificiale. Lo studio è stato svolto nella foresta di Vallombrosa (Firenze) dopo una tempesta di vento che si è verificata nel 2013. Le domande specifiche che abbiamo affrontato sono: (i) quale è il livello di danno causato dalla tempesta di vento nelle abetine? (ii) quale è la dimensione dei gap? (iii) quale è il modello di distribuzione spaziale dei gap? L’impatto della tempesta di vento è stato registrato in tutti i soprassuoli della foresta sulla base di rilievi a terra e classificato in quattro classi di danno sulla base di una valutazione visiva. La dimensione dei gap è stata registrata su un campione di abetine con misure a terra supportate da un ricevitore GPS. La distribuzione dei gap è stata esaminata con un modello di analisi spaziale. I risultati indicano che le classi di danno basso e medio sono le più frequenti nelle abetine colpite
dal vento. Una parte dei gap rilevati non sono di nuova formazione, ma piuttosto derivano
dall’ampliamento di gap esistenti, e più frequentemente hanno dimensioni inferiori a 200 m2. Nella maggioranza dei casi i nuovi gap hanno una dimensione inferiore a 100 m2.

Summary: In this study we analyze naturally-induced gap formation in even-aged silver fir stands. The study was carried out in the Vallombrosa forest (Florence), after a windstorm that occurred in 2013. We addressed the following issues: (i) what is the level of damage induced by the windstorm in silver fir stands? (ii) what is the size of gaps? (iii) what is the spatial distribution of naturallyinduced gaps? The impact of the windstorm was recorded in all stands based on field surveys and classified into four damage classes by visual inspection. Gap size was recorded in a sample of stands based on field measurements supported by a GPS device. The distribution of gaps was investigated using a point pattern analysis. Our results show that low and medium damage classes prevailed in silver fir stands affected by the windstorm. Part of the recorded gaps were not new, being rather the extension of existing gaps, generally smaller than 200 m2. In most of the cases the new gaps were smaller than 100 m2.

Parole chiave: boschi coetanei, Abies alba Mill., disturbi naturali, gap.
Keywords: even-aged forest, Abies alba Mill., natural disturbances, canopy gaps.

Download PDF file