Accademia Italiana di Scienze Forestali

Italian Academy of Forest Sciences

Silvestri A., Vinciguerra V., Santamaria U., Cavalli D., Togni M., Pernarella R., Romagnoli M. – Trattamenti termici come strumento per migliorare il legno di scarsa qualità proveniente da rimboschimenti di conifere

doi 10.4129/2cis-as-tra

Citazione/Citation
Silvestri A., Vinciguerra V., Santamaria U., Cavalli D., Togni M., Pernarella R., Romagnoli M. 2015 – Trattamenti termici come strumento per migliorare il legno di scarsa qualità proveniente da rimboschimenti di conifere. In: Atti del II Congresso Internazionale di Selvicoltura. Progettare il futuro per il settore forestale, Firenze, 26-29 novembre 2014. Firenze: Accademia Italiana di Scienze Forestali. Vol. 2, p. 1086-1093. ISBN 978-88-87553-21-5. http://dx.doi.org/10.4129/2cis-as-tra

Titolo: Trattamenti termici come strumento per migliorare il legno di scarsa qualità proveniente da rimboschimenti di conifere
Title: Heat treatments to improve low quality wood from conifer reforested sites

Riassunto: Campioni di legno ricavati da alburno di Pinus nigra subsp. laricio (Poir) Maire, ottenuti da un sito rimboschito vicino la città di Viterbo (Poggio Nibbio), sono stati trattati termicamente raggiungendo una temperatura di 210 °C. Sono state misurate varie proprietà fisiche come la densità, le variazioni dimensionali, il modulo di elasticità (MOE), il modulo di rottura a flessione (MOR), e la resistenza a compressione assiale prima e dopo il trattamento termico. I risultati ottenuti mostrano che il legno trattato diventa molto stabile sotto il profilo dimensionale, ma le sue prestazioni meccaniche diminuiscono anche se in misura minore rispetto a quanto evidenziato nel confronto con altre specie. La diminuzione delle caratteristiche meccaniche non è correlata alla diminuzione di massa volumica avvenuta dopo il trattamento termico. L’analisi delle componenti principali (PCA), applicata ai dati ottenuti mediante pirolisi-gas cromatografia-spettrometria di massa effettuate su campioni di legno, ha permesso di distinguere i campioni trattati da quelli non trattati sia per il legno primaticcio che per il tardivo, mentre non è in grado di differenziare i campioni di legno primaticcio da quelli di legno tardivo sia prima che dopo il trattamento termico.

Summary: Wood samples obtained from sapwood of Pinus nigra subsp. laricio (Poir) Maire, from a reforested site in Italy, were heat-treated. Density, hardness, shrinkages and swelling, modulus of elasticity (MOE) , modulus of rupture (MOR), and the compression strength were compared before and after the treatments. The results show that the thermally treated wood has an higher dimensional stability, and as expected the mechanical performance decreases but less than we presumed compared to other species and less affected by the decreasing of density. Py-GC-MS associated to the Principal Component Analysis (PCA) has showed as treated wood samples can be distinguished by non-treated wood samples in the earlywood such as in the latewood. Nevertheless there is not so much difference between earlywood and latewood both in raw material and in the heat treated ones.

Parole chiave: Thermowood, proprietà meccaniche, alburno, legno primaticcio, legno tardivo, Pirolisi-Gas cromatografia-Spettrometria di Massa.
Keywords: Thermowood, mechanical properties, sapwood, earlywood, latewood, Py-GC-MS.

Download PDF file