Articoli in primo piano

Antonio Gabbrielli – I Maestri

Qualche giorno fa è scomparso il caro amico, consocio e insigne studioso di storia forestale Antonio Gabbrielli.

Ho avuto l’occasione di conoscerlo, apprezzandone immediatamente le doti umane, la competenza e la professionalità, all’Università della Tuscia, dove abbiamo insegnato nello stesso periodo. Il Prof. Gabbrielli, o “Tonino”, per gli amici, era molto amato dagli studenti per il carattere cordiale e la disponibilità.

Per lunghissimi anni si è prodigato per la nostra Accademia, dove ha svolto, prima che ne diventassi Presidente, anche il ruolo di Consigliere. Mi piace ricordarlo nella nostra biblioteca – che fino a qualche anno fa frequentava tutti i giorni – nella veste di studioso, di catalogatore, o mentre aiutava gli utenti nella ricerca, mettendo a loro disposizione la sua cultura e la sua gentilezza.

Riproponiamo uno dei suoi scritti, Su le orme della cultura forestale: i Maestri, pubblicato dall’Accademia Italiana di Scienze Forestali nel 2005, dove Gabbrielli descrive brevemente gli studiosi che hanno contribuito a fare grandi le scienze forestali.

Nel frontespizio del libro è riportata una frase di Ugo Foscolo,: “A’ generosi giusta di glorie dispensiera è morte”.  E “generoso” è uno dei tanti aggettivi che ben descrive il nostro amato Tonino.

Orazio Ciancio

E’ uscito il n. 4/2020 della rivista L’Italia Forestale e Montana

La rivista è consultabile gratuitamente on-line  all’indirizzo http://ojs.aisf.it/index.php/ifm/issue/archive

Indice

L’Italia Forestale e Montana, nata nel 1946, e disponibile gratuitamente on-line, è una delle poche riviste italiane nel settore forestale a essere ancora pubblicata su carta. Le condizioni di abbonamento per il 2020 (6 numeri l’anno) sono le seguenti:
– Ordinario € 50,00 – Studenti € 25,00 (nella causale specificare la sede universitaria e il n. di matricola)
Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario intestato all’Accademia Italiana di Scienze Forestali. Banca Intesa San Paolo – codice IBAN IT24E0306902993100000300001

Scomparsa del Prof. Antonio Gabbrielli (1929-2020)

Il 4 settembre è venuto a mancare l’Accademico ordinario e grande studioso di storia forestale Antonio Gabbrielli, nato a Firenze il 10 novembre 1929.

I funerali si svolgeranno a Firenze (zona della Due Strade) lunedì 7 settembre alle ore 10.30 nella parrocchia di San Leone Magno.

L’Accademia si stringe alla moglie e ai figli in questo doloroso momento.  

E’ uscito il n. 3/2020 della rivista L’Italia Forestale e Montana

La rivista è consultabile gratuitamente on-line  all’indirizzo http://ojs.aisf.it/index.php/ifm/issue/archive

Indice

L’Italia Forestale e Montana, nata nel 1946, e disponibile gratuitamente on-line, è una delle poche riviste italiane nel settore forestale a essere ancora pubblicata su carta. Le condizioni di abbonamento per il 2020 (6 numeri l’anno) sono le seguenti:
– Ordinario € 50,00 – Studenti € 25,00 (nella causale specificare la sede universitaria e il n. di matricola)
Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario intestato all’Accademia Italiana di Scienze Forestali. Banca Intesa San Paolo – codice IBAN IT24E0306902993100000300001

Elezioni del Presidente, del Consiglio accademico e del Collegio dei Revisori dei Conti per il quadriennio novembre 2020 – novembre 2024

Il 25 giugno u.s. l’Assemblea degli Accademici ordinari, ha confermato Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali  il Prof. Orazio Ciancio.
Sono stati eletti Consiglieri: Andrea Battisti, Piermaria Corona, Raffaello Giannini, Francesco Iovino, Augusto Marinelli, Marco Marchetti, Susanna Nocentini Giuseppe Scarascia Mugnozza, mentre Paolo Gajo e Federico Maetzke sono stati confermati come Membri effettivi del Collegio dei Revisori dei Conti e Enrico Marchi e Andrea Tani come Membri supplenti. Andrea Battisti e Giuseppe Scarascia Mugnozza sostituiscono nel Consiglio gli Accademici Luigi Masutti e Ervedo Giordano, che desideriamo ringraziare vivamente per la competenza e il tempo che ci hanno voluto dedicare per un periodo pluridecennale.
I nuovi Consiglieri si insedieranno nel novembre 2020.